progettazionilibere

#Progettazionelibera è un esercizio rivolto ai professionisti del settore, per l’individuazione di quei lembi di spazio pubblico detentori di potenzialità che meritano un processo di ri-funzionalizzazione. La modalità di selezione delle aree è basata sulla vicinanza fisica e quindi sulla conoscenza diretta del luogo: gli spazi oggetto di riflessione vengono infatti scelti dal professionista stesso innescando un processo “dal basso”.

“In questo momento storico credo sia essenziale coltivare le proprie passioni per ritrovare energia e consolidare la bellezza che è insita nei nostri gesti creativi”

I contributi di seguito riportati fanno seguito ad una call e sono stati raccolti su una piattaforma comune. Non è stato imposto nessun vincolo e nessun criterio di selezione o premialità: essi stessi sono la rappresentazione di un ragionamento libero.

“Il momento storico ci spinge a riflettere con maggiore coscienza ad un futuro diverso, nuovo, non immaginato. Per questo è necessaria la libertà, per questo è importante spingere l’acceleratore in termini di sostenibilità”

Confidiamo che tale approccio, nato nel momento storico contingente, possa essere ripetuto e rappresenti la base di un ragionamento che inneschi dinamiche di sviluppo urbano più sostenibile e coscienzioso: il contributo stesso è a servizio di un ragionamento più ampio finalizzato all’individuazione di politiche di sviluppo, arricchendo il quadro conoscitivo, individuando criticità e potenzialità e suggerendo approcci progettuali innovativi.

 Tutti coloro che hanno contribuito rappresentano questa iniziativa.

 

 

Link

01 LA MEMORIA STORICA
Dott Stefano Vannucchi

02 PERIFERIE RESILIENTI
ing Elisa Tangheroni

03 UN PAESAGGIO DA SCOPRIRE
arch massimo mariani arch Silvia Vercelli arch Sabrina giovannini

04 ECO-GLAMPING TURISMO SOSTENIBILE
arch Elisabetta Batistoni ing Michela Guidi

05 UN PARCO FATTO DI STANZE
arch Lucas Frediani arch Luca Battaglini

06 UN PARCO NATURALE PER TUTTI
arch Kalin Gemignani

0MARGINE DI INTERSCAMBIO
arch. Francesco Ferretti